il trillo del diavolo di tartini… una musica che mi porta a napoli, in un appartamento che si affaccia sul mare e sul vesuvio, con i fiori sul balcone… anzi no, con un terrazzo… e il profumo dei limoni… via, andiamo, ora siamo a praga, slava, affascinante; tutto mi cattura, il fiume, la piazza, l’orologio, i gabbiani, la gente, la lingua, la birra… e di nuovo le note mi portano via, no, sono io a voler andarmene, come fece il piccolo principe quando se ne andò dal suo asteroide… volo via, vado a Martina, Martina dalle bianche case e dai vicoli stretti, ma non tanto quanto alcuni di Taranto… il candore delle case mi acceca… è un sogno… un sogno bellissimo… che ora cambia, ed eccomi nella campagna nei pressi di Pulsano; i contorni del paesaggio sono indefiniti, non sento più la musica, sono io a volare da sola, e ormai sono rondine e con un frullio d’ali sparisco nell’azzurro del cielo…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s