ATTENTATO POETICO


ovvero il più grande scambio di idee mai tentato…


L’ 11 settembre 2003 commettete un attentato poetico e


Liberate un libro !



Perchè un libro è simbolo di libertà, di condivisione e di tolleranza…


La mattina dell’11 settembre 2003 uscite con un libro per voi importante, un libro che abbia cambiato il vostro punto di vista sul mondo,


scriveteci una dedica con una parola, un indirizzo o un disegno… e liberatelo !


per strada o su una panchina, alla fermata dell’autobus o in un bar…


a disposizione di un lettore sconosciuto…



E tu ? … Adotterai e prenderai un libro svoltato l’angolo ?



In questo modo l’11 settembre non sarà un anniversario funebre.


Trasformiamo insieme questa data in un atto creativo e generoso




Una mobilitazione generale


a Bruxelles, Parigi, Firenze, San Francisco…



Un po’ dappertutto nel mondo molti anonimi, ma anche artisti, scrittori, poeti, editori di ogni convinzione e confessione, libereranno dei libri per loro importanti lungo la strada


giovedì 11 SETTEMBRE 2003 a partire dalle ore 14h46


e li lasceranno un po’ ovunque nella città…


Coinvolgetevi e fate circolare l’informazione !



Si sono già impegnati a liberare dei libri


Sophie Buyse, Anatole Atlas, Alejandro Jodorowsky, Evrahim Baran, Graziano Staino, Guy Montens, David Giannoni, Patrick Depauld, Luca Del Punta, Xavier Löwenthal, Antonio Bertoli, Emmanuel Lequeux, Marco Parente, Martin Bakero, Lawrence Ferlinghetti, Nati B. Laïtem, Cristina Abati, Ed Sanders, Carlo Salvador, Luigi Grechi, Anne Waldman, Marianne Costa LA BOTTEGA DEI GAUDENTI … …



questo attentato poetico è pensato e voluto da


Éditions Maelström – Bruxelles, Éditions Le Veilleur – Paris,


Edizioni CityLights – Firenze, City Lights Publishers – San Francisco



LETTORI, AUTORI, EDITORI : LIBERATE I VOSTRI LIBRI !


COMUNICATECI LA VOSTRA ADESIONE !



Italia : citylights@firenze.net


avere o essere l’ho prestato a fabiola… ma comunque non l’avrei mai liberato, me lo tengo stretto, magari guarda ne compro un’altra copia e libero quella, ma ne tengo una per me! penso proprio che farebbe bene a chiunque leggere avere o essere. anche se la sintassi e il linguaggio scoraggiano… 😦

Advertisements

2 thoughts on “

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s