hmmm. non so se toglierò ernst dalla mia collezione privata. il fascino orrorifico (horrorshow, come direbbe Alex Delarge?) della sua opera mi cattura, ma contemporaneamente mi inquieta troppo, specialmente quando la notte mi alzo per andare in bagno. sapete, non è bello intravedere nella penombra della galleria appena rischiarata dalla luce della luna quell’orribile figuretta nana verdognola che… brr… se è per questo enanche di giorno… comunque, se da un lato la mia psiche malata tende ad apprezzare e ad essere affascinata da queste cose, dall’altro se ne ritrae spaventata (come da uno specchio?), come ho fatto giusto iersera con “come si manifesta la schizofrenia”TIMORE DI MODIFICAZIONI FISICHE del proprio corpo (“segno dello specchio”): il paziente si guarda spesso allo specchio nel timore che il suo corpo si stia modificando, trasformando mi sono guardata allo specchio e per poco non mi è venuto un infarto. poco ma sicuro, ho un futuro a dir poco BRILLANTE come psichiatra… meglio darmi all’ippica, va’.
Ciò che mi cruccia è trovare un acquirente per il quadro. Qualcuno si fa avanti??

Advertisements

3 thoughts on “

  1. NIENTE!!! è un’attività tranquilla… anche se potresti obiettare anche su questo… 🙂 comunque sempre meglio di psichiatria… sempre che non mi capitino cavalli come quelli di “the ring”…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s