stamattina mentre stavo per entrare in un negozio di scarpe sono stata folgorata dallo sguardo strabiliante di uno sconosciuto;  in un istante il suo sguardo mi ha comunicato quello che molti in un milione di parole non avrebbero mai potuto dire, e nel suo sguardo ho trovato quello che ho sempre cercato in chiunque abbia mai incontrato: dolcezza, sensibilità profonda e dolorosa, empatia. il suo ricordo nella mia mente sbiadisce e allora cerco di riprodurre la sua forma splendida con le parole, però non mi riesce affatto; ho cercato di seguirlo ma l’ho perso di vista, e allora sono andata in libreria e ho comprato una sublimazione di Bellezza: cuore di tenebra di conrad, il libro che g. stava leggendo prima a fine maggio la scuola finisse. g. è la prima poesia vivente della mia vita, questo ragazzo la seconda.
se al concerto di lou reed a palermo vedete un ragazzo alto e magro coi ricci neri alla lucio battisti e i rayban scuri… saprete di aver visto g.

Advertisements

One thought on “

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s