una brutta giornata

ancora adesso, anzi adesso soprattutto, hai un’invidia cieca di chi si ama e di chi mette la testa sulle ginocchia dell’altro e di chi quando vede il suo amico vagare così senza meta nella sua direzione sa che lui VUOLE la sua compagnia e di chi si apparta a parlare in un angolo nascosto, sotto le scale, e di chi riesce a divertire e di chi si diverte e di chi viene accompagnato a casa in moto e di chi fa le feste a casa sua.
ogni riferimento a fatti o persone realmente esistenti è puramente casuale.
sai di non avere nessuna possibilità, nonostante tu abbia lottato strenuamente contro questa convinzione, quando ti accorgi che se ti stanno sorridendo è perchè ridono di te.
rimane in un angolo l’incognita di un ragazzo che si mangia le pellicine delle unghie con aria pensierosa e che ogni tanto guardi vergognandoti soprattutto se per sbaglio sentendosi osservato si gira e se ne accorge. (era luce, era paradiso, era a cold and a broken hallelujah, adesso cos’è?) non voglio che quel suo andarsene da una stanza quando io entro sia una risposta. preferisco piuttosto chiudere gli occhi e fantasticare, o fingere di dormire.
questa rete di inganni silenzi e parole non dette e azioni non fatte sempre più mi opprime e sempre più mi disgusta, con la sua falsità e la sua pesantezza. il mio Es reclama soddisfacimento, e solo da questo posso trarre le forze ormai -ho perso completamente la fiducia in tutto il resto

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s