come quando gli uccelli se ne migrano
lasciando il loro nido.
(V. Capossela – Camminante)

C’è qualcuno che dice che "la chiesa non ha solo il diritto ma il dovere di intervenire": quello che mi stupisce è che questo qualcuno non sia un cardinale, non sia un politico di una frangia extraparlamentare ma faccia parte attualmente del parlamento e sia anzi espressione di una cospicua maggioranza.
Vi sembrano parole degne di una democrazia del XXI secolo??? Come ci si può permettere di pronunciarle? Questo politico ignora i concetti di democrazia, di libertà, di laicità? O fa finta di ignorarli, contando sull’incapacità di molti italiani di distinguere fra democrazia e teocrazia?
Gli avvenimenti degli ultimi giorni mi hanno davvero spaventata. Mi chiedo ora se posso fare qualcosa, e concludo che no, io che guardo queste masse inneggianti, sventolanti bandiere, plaudenti, contro di loro non posso fare nulla. A che vale il mio voto contro di loro? Tuttavia non voglio smettere di lottare, di farmi sentire, e questo post ne è un esempio!!!