Indietro

la sensazione di essere inadeguata mi assale sempre di sorpresa. Quando credo di essermene liberata, quando credo ormai di sapermi muovere abbastanza bene nel mondo, lei ritorna. E crolla la mia certezza che la vita sia facile e splendida e divertente, e che io sia in realtà una ragazza piuttosto simpatica e senza problemi. Vedo chiaramente, adesso, che problemi ne ho. che non sono simpatica. che non so neanche fingere di essere simpatica. Perché quando torna questa sensazione mi lascia paralizzata e inutile, incapace di parlare, di esprimere le mie idee.

E’ strano come ai primi tempi – quando conosci una persona, quando sei in una situazione nuova – sia tutto più facile. Dovrebbe essere il contrario. E’ più facile invece, per me, rapportarmi alla gente all’inizio – è tutto fresco e nuovo e interessante. Poi diventa routine, abitudine, loro si stancano di me, di farmi domande, io mi sento inadeguata – perché non mi fanno domande? perché sono antipatica e scostante, vero? – e non parlo, e meno parlo io meno parlano gli altri. Invece di continuare nella conoscenza reciproca, il rapporto ristagna.