platonic love

fuck chi storce il naso davanti ai miei facili entusiasmi
per una matita o per una battuta
le mie risate sono sguaiate perché non ho imparato come stanno al mondo i grandi
come si controlla la voce, quando si deve stare zitti e quando non si possono battere le mani
e le mie ingenuità mi fregano sempre

quando ad esempio credo di essere bella anche senza trucco
o di essere adorabile con la mia goffaggine che al massimo 

mi impedisce di stare vicino a te

ma come fai a essere così simile a me? non riesco a trovarti un difetto, mi dispiace. dovrai vivere su un piedistallo per un po’ – inconsapevolmente certo – mentre io continuerò a struggermi inutilmente.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s