per quanto tempo si può sopportare di sentirsi inutile? tutta la vita? un mese? due anni? dieci anni?
Credo che i miei vogliono che io faccia qualcosa ma il risultato pratico che ottengono è accrescere il mio senso di colpa.
Ripongo la massima fiducia nella mia prossima partenza, faccio pacchi imaginari e me ne vado senza salutare.
Il caffè doppio è la mia salvezza, se non lo bevessi mi addormenterei durante la lezione, recitata con una voce monotona da messa.
Ci sono sorrisi che ti convicono a seguirla, invece, la lezione. Sorrisi fatti con la bocca, con i denti, con gli occhi e i nei.
Ho avuto un crollo dell’autostima, recuperata prontamente grazie ai social network. Tutti dovrebbero avere dei followers così affezionati. Ogni tanto la faccio anche io, questa cosa di tirare su di morale qualcuno che sta male. Mi metto da parte una buona scorta di karma. Di quello cattivo ne ho già troppo.
Mi accorgo che conosco persone con la data di scadenza. Finirà l’inverno e così finiremo anche di vederci. Tutte insieme ad aspettare l’inizio della lezione in aula B. Non parlerò più del prezzo dei taxi in Egitto nè del modo di servire da bere in Spagna. Chissà dove sarò tra un anno.

work in progress

il tavolo è troppo alto e mi si addormentano le braccia a scrivere. Oggi ho davvero esagerato con la cioccolata. Domani voglio consegnare la tesi finita. Ho paura che non stia bene. Ho voglia di piangere ma non lo dico a nessuno neanche a me stessa e se lo faccio farò finta di niente. Non devo pensare ai problemi finchè non si presentano. Stasera scriverò e poi dormirò tranquilla magari dopo aver letto un po’ di abbacinante.

cerchi

le domande di ieri hanno avuto risposta. Cosa ci trovi di bello nel lavoro di inter.prete? Il fatto che mi dia uno stipendio. Che mi permetta di essere indipendente dai miei, subito dopo la laurea. Di mantenermi da sola. Quante persone realizzano questa possibilità subito dopo la laurea? Quante possiblità ho io di trovare un lavoro sicuro a 24 anni?
Sono tornate persone che tre anni fa incontravo ogni giorno. L’effetto che ora hanno su di me ha la stessa natura ma minore intensità. Quanti cerchi si stanno chiudendo??? Gli eventi si ripetono, tornano su stessi. io sono allo stesso punto di tre anni fa.
Tre anni fa facevo avanti e indietro da Taranto a Lecce ogni pomeriggio per prendere lezioni di guida e seguire i corsi all’università. Cosa accadrà quest’anno?
Avrebbero mai pensato i Rolling Stones che la loro canzone più famosa sarebbe diventata la sigla di un programma italiano sulla gastronomia???

domande

no aspetta. cioè anche con la laurea in traduzione set.toriale e per l’edit.oria puoi fare l’interprete??? E io che lo scopro solo adesso, dopo aver fatto i test per solo inter.pretariato? Praticamente mi sono ridotta da sola le possibilità di entrare in questa scuola. Che poi è l’unica che sei sicura che dopo ti prendono subito a lavorare. Come ho fatto a essere così cecata??? Io voglio solo un’università che ti dia un futuro, e possibilmente dove l’insegnamento sia l’ultima spiaggia. Mi piacerebbe rileggere queste parole tra qualche anno, quando lavorerò già.

Immagina: sei a Milano e traduci con le cuffie sulle orecchie. Ti diverte? Cosa ci trovi di bello? Il fatto di impiegare al massimo tutte le tue abilità???